Quali spese del mutuo sono detraibili?

Quali costi di chiusura sono deducibili dalle tasse 2021

Lo strumento è progettato per i contribuenti che erano cittadini statunitensi o stranieri residenti per l’intero anno fiscale per il quale si stanno informando. Se sposato, il coniuge deve anche essere stato un cittadino statunitense o uno straniero residente per l’intero anno fiscale. Per informazioni sui non residenti o sugli stranieri a doppio stato, si prega di vedere Contribuenti internazionali.

Le conclusioni si basano sulle informazioni da voi fornite in risposta alle domande a cui avete risposto. Le risposte non costituiscono una consulenza scritta in risposta a una specifica richiesta scritta del contribuente ai sensi della sezione 6404(f) dell’Internal Revenue Code.

Interesse

La deduzione degli interessi sui mutui per la casa (HMID) è una delle agevolazioni fiscali americane più amate. Gli agenti immobiliari, i proprietari di case, gli aspiranti proprietari di case e perfino i commercialisti parlano del suo valore. In verità, il mito è spesso migliore della realtà.

Il Tax Cuts and Jobs Act (TCJA) approvato nel 2017 ha cambiato tutto. Ha ridotto il capitale ipotecario massimo ammissibile per l’interesse deducibile a 750.000 dollari (da 1 milione di dollari) per i nuovi prestiti (il che significa che i proprietari di casa possono dedurre l’interesse pagato su un massimo di 750.000 dollari di debito ipotecario). Ma ha anche quasi raddoppiato le deduzioni standard quando ha eliminato l’esenzione personale, rendendo inutile per molti contribuenti l’itemizzazione poiché non potevano più prendere sia l’esenzione personale che le deduzioni itemizzate allo stesso tempo.

Per il primo anno dopo l’attuazione del TCJA, si stima che 135,2 milioni di contribuenti avrebbero optato per la deduzione standard. In confronto, ci si aspettava che 20,4 milioni di contribuenti avrebbero optato per l’itemizzazione e, di questi, 16,46 milioni avrebbero richiesto la deduzione degli interessi ipotecari.

Deduzione dei contributi in beneficenza

La decisione di comprare una casa può essere stressante, specialmente se si tratta della prima volta. Anche se avrete molte nuove responsabilità come proprietari di una casa, la proprietà di una casa comporta anche molti benefici. Il vantaggio principale quando si acquista una casa è che si ha una maggiore sicurezza finanziaria. Con un prestito a tasso fisso saprete che, a differenza dell’affitto, i vostri pagamenti mensili (escluse tasse e assicurazioni) non aumenteranno mai. Potete costruire il capitale della vostra casa mentre pagate il vostro mutuo, e confortarvi con il fatto che la vostra proprietà probabilmente si apprezzerà se la terrete abbastanza a lungo.

Ma questo non è tutto ciò che la proprietà della casa vi dà. Offre anche incentivi fiscali attraverso la deduzione degli interessi ipotecari. Andremo a vedere cos’è la deduzione degli interessi ipotecari, quanto potete sottrarre dal vostro reddito imponibile e di cosa avete bisogno per approfittare di questo grande incentivo fiscale.

La deduzione degli interessi ipotecari è una deduzione fiscale personalizzata che sottrae dal reddito imponibile gli interessi pagati su qualsiasi prestito usato per costruire, acquistare o rinnovare una residenza. Questo significa che potete dedurre una certa quantità di interessi ipotecari ogni anno sia per la vostra casa primaria che per quella secondaria, e pagare meno tasse sul reddito.

Credito d’imposta sul reddito guadagnato

La deduzione fiscale per interessi ipotecari sulla casa è una deduzione a voce che puoi richiedere sulla tua dichiarazione dei redditi per gli interessi ipotecari sulla casa che hai pagato durante l’anno fiscale. L’interesse del mutuo per la casa è l’interesse che pagate su un prestito per una residenza qualificata per una casa principale o secondaria. Un prestito di residenza qualificato è un mutuo che usate per comprare una casa, una seconda ipoteca, una linea di credito, un prestito di equità domestica, o una linea di credito di equità domestica. Si possono elencare le proprie deduzioni sul vostro ritorno se sono più della vostra deduzione standard. Altrimenti, non è fiscalmente vantaggioso per voi.

Potete dedurre l’interesse ipotecario che avete pagato fino ad un certo ammontare dell’importo totale del vostro prestito di residenza qualificato. L’importo è basato sul suo stato di archiviazione e sull’anno in cui ha acquistato l’ipoteca. Potete rifinanziare l’ipoteca esistente e continuare a dedurre l’interesse fino all’importo basato sul vostro stato di archiviazione, purché non aumentiate l’importo da voi dovuto con il rifinanziamento.

Per i prestiti di equità domestica contratti dopo il 15 dicembre 2017, non si può dedurre l’interesse sul debito a meno che non sia usato per comprare, costruire o migliorare la casa che garantisce il debito. La tua deduzione degli interessi è limitata ai debiti fino a $750.000 (Married Jointly Filers) o $375.000 (Married Filing Separately). I prestiti per l’equità domestica contratti il o prima del 15 dicembre 2017 sono protetti dal vecchio limite di 100.000 dollari e la deduzione degli interessi può essere applicata a pagamenti di spese non domestiche (tasse universitarie, debiti con carte di credito, ecc.). Confrontate un mutuo di 15 anni con un mutuo di 30 anni e le implicazioni sul prezzo effettivo della casa nel tempo.

Esta web utiliza cookies propias para su correcto funcionamiento. Al hacer clic en el botón Aceptar, acepta el uso de estas tecnologías y el procesamiento de tus datos para estos propósitos. Más información
Privacidad